play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

MILANO: CROLLA CASA PER FUGA DI GAS, 4 MORTI

today19/09/2006 7

Background
share close

MILANO – Soltanto alle 2,10 della notte, dopo oltre 5 ore di lavoro per rimuovere le macerie della casa crollata in via Lomellina 7, i vigili del fuoco hanno trovato il corpo della donna che ancora risultava dispersa. Con il ritrovamento di Esmeralda Spolcini, 50 anni, è salito così a quattro il numero delle vittime del crollo, dovuto probabilmente a un’esplosione in seguito a una fuga di gas. La notizia che anche una donna risultava tra i dispersi era trapelata mentre erano in corso le ricerche del piccolo Francesco, trovato morto poco prima di mezzanotte. Non dovrebbero esservi altri dispersi. Quattro quindi le vittime del crollo: Tommaso Giaccola, 62 anni, Esmeralda Spolcini, 50, Francesco Orlandi, 7, tutti residenti nella palazzina, e Iliar Ianki, 30 anni, albanese, un passante che è stato investito in pieno dal crollo dell’ala frontale dell’edificio. I feriti sono 23, di cui di undici ancora ricoverati negli ospedali, fra cui una bambina di 7 anni.
MESSA IN SICUREZZA – All’alba sono terminati i lavori di messa in sicurezza della palazzina crollata. Comunque i Vigili del fuoco sono molto cauti poiché non si possono escluder ulteriori piccoli crolli nell’edificio sventrato. Rimangono evacuati anche gli stabili a fianco, ai numeri civici 5 (nel quale l’assessore alla Cultura Vittorio Sgarbi ha fatto sapere di avervi abitato per alcuni anni) e 9.
FUGA GAS – «Al momento vi sono solo due ipotesi per l’esplosione», hanno reso noto i tecnici dei vigili del fuoco. «Una falla in una conduttura può aver saturato un ambiente, nel quale poi si è innescata un’esplosione, oppure un gesto volontario». Nulla, per il momento, farebbe sospettare la seconda ipotesi in quanto molti testimoni hanno raccontato che era da tempo che un forte odore di gas fuoriusciva dall’edificio.
DA CORRIERE.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%