play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Palermo addio Uefa!

today25/05/2009 1

Background
share close

BERGAMO – Nel caldo di Bergamo evapora il sogno del Palermo di conquistare l’Europa. Passati in vantaggio, i rosanero non sono stati capaci di resistere al ritorno dell’Atalanta, che nulla più aveva da chiedere al campionato se non fare bella figura nell’ultima apparizione davanti al suo pubblico.

I nerazzurri si sono visti sfuggire la vittoria per un errore del giovane portiere Consigli, fino a quel momento bravissimo. I tifosi bergamaschi però applaudono lo stesso i loro giocatori, autori di una grande stagione. Ma il vero trionfo se lo gusta Del Neri, che passa gli ultimi minuti a saltellare in risposta all’invocazione della curva. Se ne andrà lasciando dietro di sè un ricordo bellissimo.

L’Atalanta parte con il piede giusto: Cigarini e Gaurente dirigono le operazioni, il Palermo è costretto a difendersi. Al 12′ primo pericolo per Amelia: da 20 metri Doni calcia una punizione insidiosa, con la palla che sorvola la traversa. Al 17′ Capelli colpisce di testa in tuffo e costringe il portiere rosanero alla parata d’istinto.

Il Palermo si sveglia al 25′: Tedesco ben lanciato da Simplicio si fionda verso la porta, ma Consigli esce al momento giusto e respinge. Al 30′ cross di Padoin e testa di Doni, fuori di poco. Ma al 31′, a sorpresa, il Palermo colpisce. Miccoli serve Balzaretti a sinistra che, in sospetto fuorigioco, mette in mezzo per Succi. La difesa nerazzurra si ferma aspettando la sbandierata del segnalinee che non arriva ed il centravanti la butta dentro senza difficoltà.

Allo scadere il Palermo sfiora il bis. Miccoli lancia Bresciano, che però esita troppo e si vede chiudere da Bellini, la palla arriva a Succi che tira ma trova il piede di Capelli.

Nella ripresa Del Neri lascia negli spogliatoi Peluso e Zaza, entrano Talamonti e Plasmati. L’attaccante ci mette 5 minuti a pareggiare: su cross di Guarente arriva puntuale di testa e batte Amelia. Plasmati ci riprova al 12′ con un’azione fotocopia, ma stavolta la palla sfiora il palo. Un minuto dopo il tiro di Migliaccio trova il corpo di Consigli, uscito alla disperata.

L’Atalanta insiste alla ricerca della vittoria: al 20′ bel tiro secco di Doni e gran parata di Amelia, che però un minuto dopo capitola su un calcio d’angolo contestato. Mentre i palermitani protestano la palla arriva sulla testa del solito Plasmati, che timbra la doppietta. La squadra di Ballardini si rovescia in avanti e pareggia al 30′ con la complicità di Consigli. Su un cross di Balzaretti, Miccoli colpisce al volo di destro. Consigli sembra arrivarci facilmente ma si lascia sfuggire la palla, che sbatte sul palo e rimbalza in porta.

L’Atalanta non demorde. Al 36′ il nuovo entrato Cerci fa partire una velenosa parabola, ma Amelia si allunga e respinge. Il Palermo ci prova a sua volta: Simplicio segna con una bella girata, ma è in fuorigioco. L’ultima chance capita a Miccoli, ma la sua punizione si spegne fuori. Le speranze europee del Palermo finiscono qui.

ATALANTA – PALERMO 2-2
Atalanta (4-4-1-1): Consigli 5.5; Bellini 6 (35′ st Cerci 6), Capelli 6.5, Manfredini 6, Peluso 5.5 (1′ st Talamonti 6); Defendi 6, Cigarini 5.5, Guarente 6, Padoin 6.5; Doni 6.5; Zaza 5 (1′ st Plasmati 7.5). 31 Coppola, 26 Pellegrino, 7 Girasole, 55 Parravicini). Allenatore: Del Neri 6.
Palermo (4-4-2): Amelia 6.5; Cassani 6, Migliaccio 7, Bovo 6 (2′ st Savini 6), Balzaretti 6.5; Tedesco 5.5 (1′ st Nocerino 5.5), Guana 6 (26′ st Hernandez 6), Simplicio 6.5, Bresciano 6, Succi 6, Miccoli 6.5 (1 Ujkani, 26 Morganella, 20 Budan, 99 Mchedlidze). Allenatore: Ballardini 6.
Arbitro: Pierpaoli di Firenze 6.5.
Reti: 31′ pt Succi, 5′ e 22′ st Plasmati, 30′ st Miccoli.
Note: Recupero: 1′ e 3′. Angoli: 4-3 per il Palermo. Ammoniti: Talamonti, Guarente per gioco scorretto; Miccoli per proteste. Spettatori: 11mila circa.
lasicilia.it

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%