play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

GP BRASILE, MASSA DAVANTI AI TRE LITIGANTI!

today21/10/2007

Background
share close

Fra i tre litiganti… gode Massa. Il brasiliano della Ferrari ha conquistato la pole position sul circuito di Interlagos (1’11″931 il suo tempo) e domenica partirà davanti a tutti sulla pista di casa. Alle sue spalle, uno dietro l’altro, i contendenti al titolo piloti: Lewis Hamilton (1’12″082), Kimi Raikkonen (1’12″322) e Fernando Alonso ((1’12″356). Le due guide della McLaren e il finlandese della Ferrari si giocheranno all’ultima gara una delle stagioni più discusse e combattute della storia della Formula Uno. E le polemiche continuano anche in Brasile, in attesa del semaforo verde: dopo le polemiche per la punizione troppo leggere (una multa da 15 mila euro) inflitta ad Hamilton per una violazione del regolamento sull’uso delle gomme durante le libere, il britannico è stato accusato dalla scuderia di Maranello per una manovra azzardata durante le qualifiche che avrebbe ostacolato Raikkonen.

LA GRIGLIA – Alle spalle dei 4 big del circus, quinto tempo per la Red Bull dell’australiano Mark Webber (1’12″928) che apre la terza fila e precedei le Bmw del tedesco Nick Heidfeld (1’13″081) e del polacco Robert Kubica (1’13″129). Ottavo Jarno Trulli (1’13″195), il migliore dei piloti italiani con la Toyota. La Renault di Giancarlo Fisichella si muoverà dalla sesta fila, la Toro Rosso di Vitantonio Liuzzi dalla settima.

POTESI – Ma sarà là davanti che si giocherà il mondiale. La gara si annuncia combattutissima e i colpi di scena non possono essere esclusi. Per i numeri il pallino è in mano ad Hamilton, l’unico che può aggiudicarsi il titolo con il primo o il secondo posto nell’ordine d’arrivo senza preoccuparsi di cosa fanno i due rivali. «Ho quattro punti di vantaggio ma il campionato è ancora aperto. Farò il possibile per segnare i punti di cui ho bisogno, il resto non dipende da me». Le insidie del compagno di squadra Fernando Alonso e del ferrarista Kimi Raikkonen sono però fortissime. «La Cina – ha commentato il britannico – è stata una lezione preziosa per me in questa stagione, un incidente che cercherò di utilizzare per essere un pilota migliore».
ALONSO: «SPERO NEL MIRACOLO» – Alonso, dal canto suo, fa il prudente. Non ha nascosto la sua delusione dopo le qualifiche ma al terzo titolo mondiale consecutivo ci crede ancora. «Per conquistarlo saranno necessarie delle situazioni favorevoli che non dipendono da me – ha detto – ma cercherò di fare il possibile per vincere la gara e sperare che avvenga il miracolo». «Una cosa è certa – ha aggiunto – dipenderà tutto da noi piloti, dato che avremo la stessa macchina in grado di competere per le prime posizioni. Sul circuito di Interlagos ho vinto i miei due titoli e per questo ho tanti bei ricordi. Caratteristiche della pista? Ci sono molti saliscendi e le sospensioni saranno fondamentali per avere una macchina veloce».
RAIKKONEN SPERA NEL GIOCO DI SQUADRA – Il più tranquillo dei tre, forse perché è quello che ha meno da perdere, è Kimi Raikkonen: «Prenderò dei rischi» assicura il finlandese, che si sente ancora in piena lotta per la vittoria del Mondiale: «Dovrò fare una grande gara e sperare in qualche errore dei piloti Mclaren. Nonostante tutto ci credo». Raikkonen confida molto nel gioco di squadra e nell’aiuto sia tattico che morale che gli potrà dare il suo compagno di squadra, Felipe Massa: «Abbiamo un ottimo rapporto all’interno del team. Io e Felipe ci aiutiamo a vicenda e ci stimoliamo a fare sempre meglio. Abbiamo sviluppato un ottimo clima all’interno della squadra».
CORRIERE.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


Podcast

Scarica la nostra App

RADIO
0%