play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

Featured

Sciopero generale del 2 dicembre: a rischio autobus, treni, scuole e sanità

today01/12/2022

Background
share close

Venerdì 2 dicembre va in scena lo sciopero generale proclamato dalle organizzazioni del sindacalismo di base, Cobas, Cub, Sgb, SiCobas, UniCobas, Usb e Usi Cit. A incrociare le braccia, per 24 ore, potranno essere i lavoratori di tutte le aziende, pubbliche e private. Il 2 dicembre sarà sciopero generale intercategoriale nazionale: saranno interessati tutti i settori pubblici e privati, dalla sanità alla scuola, dalle fabbriche ai trasporti.

Il settore aereo sarà coinvolto dallo sciopero dalle 00.01 alle 24.00. Anche i lavoratori delle imprese dei servizi di handling degli aeroporti si fermeranno in tale data. Il settore ferroviario si fermerà dalle 21.00 del 1° dicembre alle 21.00 del giorno successivo. Il personale del trasporto Pubblico Locale si asterrà dal lavoro per 24 ore con modalità diverse a seconda del territorio. Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale a Parma e provincia le modalità devono essere ancora rese note.

Lo sciopero – si legge in una nota di Cobas – è proclamato per chiedere “il rinnovo dei contratti e l’aumento dei salari con adeguamento al costo della vita e con recupero dell’inflazione, l’introduzione del salario minimo di 12 euro l’ora, la cancellazione degli aumenti delle tariffe dei servizi ed energia, il congelamento dei prezzi dei beni primari e dei combustibili, la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, il blocco delle spese militari e dell’invio di armi in Ucraina”. E ancora: per ottenere “investimenti economici per scuola, sanità pubblica, trasporti, salario garantito per disoccupati e sottoccupati, un piano di edilizia residenziale pubblica che preveda anche il recupero del patrimonio pubblico in disuso, l’introduzione del reato di omicidio sul lavoro, lo stop alla controriforma della scuola e la cancellazione dell’alternanza scuola-lavoro e degli stage dei centri di formazione professionale, la difesa del diritto di sciopero”. L’agitazione servirà al sindacato anche per ribadire la propria contrarietà alle “privatizzazioni” e al “sistema di appalti e sub appalti”.

 

Fonte: Ansa

GC

Written by: Giuseppe Cancelliere

Rate it

Previous post

Featured

Maltempo: nuova allerta in quattro Regioni

30/11/22. La Protezione civile ha emesso una nuova allerta meteo per diverse Regioni d'Italia. Le condizioni meteorologiche avverse riguarderanno in particolare alcuni territori della Penisola. Ecco tutti i dettagli. Temporali e venti di burrasca al Sud. La Protezione civile ha diramato l'allerta arancione per alcune aree di Calabria e Sicilia, e l'allerta gialla per altri settori di queste Regioni, così come per Basilicata e Puglia. Qui il dettaglio delle previsioni. fonte: upday GC

today29/11/2022 11


0%