play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Cinema,protesta al Festival di Roma

today29/10/2010 1

Background
share close

Come annunciato, circa 800 persone del movimento “Tutti a casa” hanno fatto irruzione sul tappeto rosso del Festival del cinema di Roma. La protesta è rivolta contro i tagli del governo allo spettacolo e il mancato rinnovo delle agevolazioni fiscali per il settore. Al motto di “tutti a casa” i lavoratori del cinema stazionano sul red carpet nel tentativo di impedire la passerella film inaugurale “Last Night” con Keira Knightley ed Eva Mendes.

Tutta la cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, nella serata di apertura del festival del cinema, è ormai occupata dai manifestanti seduti a terra, mentre parte del corteo deve ancora entrare. La manifestazione di ”Tutti a casa” si è rivelata anche più affollata delle previsioni.

Tantissimi gli slogan e gli striscioni, come ”Noi non siamo il Grande Fratello” oppure ”Bondi a casa” e ancora, ‘Nei titoli di coda c’è gente che lavora” e “Mori Bondi”. C’è grande attesa per il discorso di Castellitto. Tra i partecipanti, le sorelle Comencini, Ettore Scola, Paolo Sorrentino, Isabella Ferrari, Kim Rossi Stuart, Francesca Comencini, Stefano Rulli, Mimmo Calopresti, Riccardo Tozzi.

I manifestanti – circa 1500 secondo alcune stime – con fischietti, slogan e cartelli, dopo aver percorso il tappeto rosso si sono seduti proprio davanti all’ingresso della sala Santa Cecilia dove tra poco con “Last night” comincerà la rassegna. A nome di tutti lo sceneggiatore Stefano Rulli ha invitato più volte alla calma spiegando che ”stare qui è una vittoria ma questo spazio va gestito democraticamente”.

Nel frattempo, però, in maniera cautelativa per l’ordine pubblico decine di agenti in assetto antisommossa hanno circondato da dietro la cavea dell’Auditorium. Lo spazio sarà occupato con interventi di chi vorrà parlare per tutta la durate del film, ha spiegato Rulli, annunciando che fuori, ma anche dentro la sala, il presidente della giuria internazionale, Sergio Castellitto, leggerà il documento del movimento “Tutti a casa” che da giorni sta protestando contro i tagli alla cultura.

Con il red carpet fisicamente occupato da autori, sceneggiatori e maestranze dello spettacolo si lascerà solo un piccolo spazio per il passaggio degli ospiti della serata, a cominciare dalla giuria internazionale guidata da Castellitto che ”ha voluto condividere con noi questo momento di protesta”, ha ribadito Rulli. Per evitare coinvolgimenti nella manifestazione, gran parte degli invitati che avrebbero dovuto attraversare il red carpet stanno raggiungendo la sala da altri ingressi dell’Auditorium.

Sfuma il red carpet per Keira ed Eva
Per motivi di sicurezza le due star del film ”Last night”, Keira Knightley ed Eva Mendes, hanno preferito non calpestare il tappeto rosso e sono entrate, circondate dai bodyguard, dal backstage della sala. Gli unici a fare la passerella sono stati Sergio Castellitto e gli altri membri della giuria internazionale, che hanno voluto così condividere la protesta. Tutti gli altri invitati sono entrati percorrendo gli ampi corridoi dell’Auditorium come per una proiezione qualunque. E’ stato così anche per la diva d’antan Gina Lollobrigida in un abito vaporoso rosso lacca, apparsa al braccio del presidente del Festival Gian Luigi Rondi. Un look da gran sera che praticamente non ha avuto altri esempi visto che le mise degli invitati oscillavano tra trendissime pellicce fuori stagione e jeans da spesa al supermercato

TGCOM.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%