play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Siracusa blindata per il G8

today23/04/2009 13

Background
share close

SIRACUSA – E’ una Siracusa blindata, ma aperta quella che ospita i lavori del G8 Ambiente. Si è da poco alzato il sipario, al castello Maniace, sul vertice internazionale che terrà impegnati i rappresentanti dei paesi più industrializzati fino al prossimo venerdì.

Imponente il servizio d’ordine con 1.500 esponenti delle forze dell’ordine sono impegnati a garantire la sicurezza del vertice, ma resterà accessibile un’ampia parte di Ortigia, la zona centrale delle città dove si trova la sede degli incontri, il Castello Maniace.

La linea scelta è stata quella di limitare molto la zona ‘rossa’, quella interdetta ai non addetti ai lavori, e di permettere quindi la fruibilità del centro storico di Siracusa. Al vertice si contrapporrà una manifestazione, un G-Tutti che avrà come culmine un corteo con comizio domani pomeriggio per “contestare il G8 Ambiente e le iniziative inadeguate contro l’inquinamento da parte dei Paesi che vi partecipano”.

Ai partecipanti alla contro-manifestazione è stato riservato uno slargo alla periferia della città aretusea, dov’è stato allestito un centro di accoglienza e dove sono stati realizzati un grande tendone e stand, e posti dei bagni chimici da campo.

PAURA IN CITTA’ PER POSSIBILI RITORSIONI. Le vetrate esterne di una banca sono blindate e i negozi che resteranno chiusi domani pomeriggio. Nell’ipotesi di assalti, l’agenzia di Corso Gelone del Monte Paschi di Siena sta mettendo a protezione delle sue vetrate esterne dei pannelli di legno, mentre in diversi negozi della stessa strada sono stati appesi cartelli che avvisano i clienti che domani pomeriggio resteranno chiusi, in occasione del corteo.

CLIMA E DIOVERSITA’ I TEMI CENTRALI. Tutto pronto quindi al castello Maniace per l’aertura del summit. Padrona di casa e non poteva essere altrimenti il ministro dell’Ambiente italiano, Stefania Prestigiacomo.

Sul fronte dei cambiamenti climatici punto chiave le tecnologie a basso contenuto di carbonio e l’alleanza tra nord e sud del mondo sullo sviluppo sostenibile. E proprio in tema di soluzioni per limitare le emissioni nel pomeriggio di oggi l’Italia e l’Australia sigleranno un accordo per la cattura della Co2.

Per salvare le specie è in arrivo la “Carta di Siracusa” che mette i Governi di fronte alla necessità di preservare la diversità biologica anche nell’ambito della lotta al riscaldamento globale. Obiettivo principale del vertice, facilitare il dialogo sul tema dei cambiamenti climatici nella prospettiva della Conferenza Onu di Copenaghen il prossimo dicembre per un nuovo accordo globale dopo Kyoto.

In primo piano anche la questione salute e bambini, una “priorità” per gli Stati. In campo, per questo G8 Ambiente, oltre all’Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Giappone, Canada, Russia, Cina, India, Brasile, Messico, Indonesia, Sudafrica, Australia, Repubblica di Corea, Egitto, con la partecipazione della Repubblica Ceca (Presidenza di turno dell’Unione Europea), della Commissione Europea, della Danimarca in qualità di Presidenza della prossima Conferenza Onu sul clima, e di alcune Organizzazioni Internazionali.
LASICILIA.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%