play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

L’Italia contro la Romania, bisogna vincere!

today13/06/2008 2

Background
share close

Donadoni conferma i cambi. Nella nazionale che affronterà la Romania, venerdì pomeriggio, ci saranno «3 o 4 novità» rispetto alla formazione travolta all’esordio dall’Olanda. In campo, dal primo minuto, ci saranno anche «Del Piero e Chiellini». «Alex giocherà in ogni caso – ha spiegato il ct – sia con il 4-2-3-1 che con il 4-3-2-1, dietro la punta. E poi farà il capitano perché ha più presenze di Buffon». Ma è probabile che ci sia anche qualche nuovo innesto (De Rossi, ad esempio). «Devo dare respiro a chi ha giocato di più» ha spiegato il ct azzurro. «Se ho paura? La paura non è una componente negativa, perché è una cosa umana».

SPIONAGGIO – Il tecnico ha anche spiegato perché l’allenamento si è svolto a porte chiuse. «Avevamo saputo che c’erano infiltrati stranieri. Spionaggio italiano? No – ha aggiunto il ct – non era per quello. La Romania non è venuta neanche al campo per allenarsi ed è rimasta a San Gallo. Avevano fatto così anche contro la Francia. A dire il vero, a 24 ore dalla partita, fare gli 007 serve a poco. E in ogni caso noi volevamo stare un po’ tranquilli».

DEL PIERO: «NON MI SPAVENTO» – «Io parafulmine di questa nazionale? Le responsabilità me le sento addosso sempre, anche quando non gioco. Tanto più domani, quando avrò la fascia», ha detto il capitano della Juventus e della nazionale. «E tutto questo non mi spaventa. Voglio essere al momento giusto nel posto giusto per fare la cosa giusta. Insomma, voglio essere determinante. Giocherò vicino a Toni, da seconda punta», ha proseguito l’attaccante. «È un momento importante e delicato. Ci giochiamo tutto e non abbiamo alternative».

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%