play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Doppietta Ferrari

today27/04/2008 2

Background
share close

Dominio Ferrari nel Gran premio di Spagna. Kimi Raikkonen trionfa davanti a Massa in una gara dominata dalle rosse dal primo giro all’ultimo. Solo terza la prima guida della McLaren-Mercedes Lewis Hamilton. Gara contrassegnata dagli incidenti. Il più brutto è quello capitato a Kovalainen (McLaren) che sbatte a 200 all’ora sulle barriere, ma rimane illeso.
A punti anche il polacco Robert Kubica (Bmw Sauber), l’australiano Mark Webber (Red Bull), il britannico Jenson Button (Honda), il giapponese Kazuki Nakajima (Williams) e l’italiano Jarno Trulli (Toyota). Raikkonen consolida il primato in classifica. Con 29 punti, il campione del mondo precede di 9 lunghezze Hamilton, mentre Massa è terzo con 18 punti. Tra i costruttori, la Ferrari è leader con 47 punti. Seguono la Bmw a quota 35 e la McLaren-Mercedes a 34.

LA GARA – Al via Massa parte benissimo anticipa Alonso e si piazza in seconda posizione dietro Raikkonen. Le vetture non riescono a completare neanche un giro per l’ingresso della safety car a causa di un incidente nelle retrovie. Tutto ritorna normale e le Ferrari cominciano a imporre il loro passo superiore. La monotonia del pomeriggio viene interrotta dall’incidente alla McLaren-Mercedes di Heikki Kovalainen. Il finlandese fila via dritto alla curva 9, per un problema tecnico alla ruota anteriore sinistra, o forse, alla sospensione, e va ad urtare violentemente le barriere di protezione. Tanto spavento, poi il nordico tranquillizza tutti alzando il pollice della mano destra. Dopo la nuova parentesi caratterizzata dalla presenza della safety car, le Ferrari si ritrovano negli specchietti la McLaren-Mercedes di Hamilton. Non c’è più traccia di Alonso, che chiude mestamente la sua gara con la Renault in fiamme al al 35° giro. Ne mancherebbero ancora 31 prima della bandiera a scacchi, ma la seconda metá di gara scorre senza brividi per la coppia al comando. Massa supera indenne il secondo pit-stop al 46° giro, Raikkonen lo imita al 47°. L’ultima mezz’ora di gara è una lunghissima passeggiata prima della festa: settantasettesima doppietta nella storia della Ferrari, la seconda consecutiva. Prossimo appuntamento a Istanbul, in Turchia, tra 2 settimane.

RAIKKONEN – «È stata una gara perfetta. In partenza sono riuscito a rimanere davanti e poi a rimanerci. Potevamo anche andare più veloce, direi che con le safety-car abbiamo perso qualche secondo, ma è stata una buona giornata, tutto è andato perfettamente». Il ferrarista Kimi Raikkonen commenta così la vittoria nel Gp di Spagna. Il finlandese è contento poi che il pilota della McLaren stia bene dopo il pauroso incidente. «Sono felice che Kovalainen stia bene». Raikkonen fa poi i complimenti al team. «Ha fatto un lavoro eccezionale. Questo è un circuito difficile per fare i sorpassi, la cosa migliore è stare in prima posizione, mantenerla e vincere. Direi che non è andata male neanche per le condizioni climatiche -dice il ferrarista-, il vento non l’ho sentito più di tanto. Ora pensiamo alla Turchia. La situazione è simile a quella dell’anno scorso, la macchina va forte e non vedo l’ora di arrivare in Turchia per fare del mio meglio anche ad Istanbul, poi vedremo cosa succederà».

FERRARI SODDISFATTA – «Abbiamo fatto un bel lavoro, tutta la squadra ha lavorato bene e anche ieri la preparazione alla gara è stata perfetta». Michael Schumacher applaude la sua Ferrari, che ha centrato la seconda doppietta di fila, ma stavolta con Raikkonen primo e Massa secondo. «Ma Hamilton e Kubica erano molto vicini», sottolinea il sette volte campione del mondo che a proposito del possibile dualismo tra i due ferraristi aggiunge: «Sono molto vicini, molto forti, ogni volta uno dei due può vincere la gara». Soddisfatto anche Chris Dyer, ingegnere di Raikkonen. Al finlandese, nel finale, ha consigliato di non spingere troppo: «il motore sarà usato ancora Turchia, ma è andato tutto bene».

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%