play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Nel Festival di Pippo XIII Discografici in rivolta

today29/02/2008

Background
share close

Nella serata dei duetti, Loredana Bertè ha cantato il suo pezzo, Musica e parole, ammanettata. Accanto a lei Ivana Spagna che indossava una delle vistose creazioni di moda di Loredana. Come è stato ampiamente raccontato, il brano è stato squalificato e alla Bertè è stato concesso di esibirsi fuori gara sia stasera che sabato.

Un altro piccolo fuori programma il foglio sul quale la cantante aveva scritto gli ultimi versi del brano, una sorta di invocazione a difesa dei bambini. L’apertura ha visto Pippo Baudo e Piero Chiambretti entrare in scena insieme e Chiambretti esordire cosi: «Questo festival avrà tanti difetti ma almeno una cosa positiva ce l’ha. Andando in onda 5 volte in una settimana non fa andare in onda Porta a porta». Pippo Baudo ha poi risposto a distanza a Mike Bongiorno che su un giornale aveva criticato il fatto che non indossava scarpe nuove, mostrando le scarpe nuovissime.

«Voglio un Festival normale e voglio un premio normale in gara», ha detto Loredana Bertè dopo il suo duetto con Ivana Spagna. «Pensavo di venì a Sanremo a famme una vacanza e invece è successo…», ha affermato polemicamente la cantante, immediatamente rassicurata da Pippo Baudo che l’ha abbracciata. «Non è successo niente», ha aggiunto il presentatore. Ma resta la polemica dei discografici contro l’esibizione della Bertè. «Il problema – ha spiegato in sala stampa a Sanremo Enzo Mazza, presidente della Fimi – non è impedire ad un artista di esibirsi: credo che la musica debba prevalere sempre e comunque».

«Se perdiamo l’esibizione di un artista a vantaggio di una con il cane Rex, siamo tutti perdenti – ha aggiunto polemicamente Mazza -. Va però salvaguardato l’aspetto formale: vogliamo quindi rimarcare che il caso Bertè è un unicum, frutto di una situazione improvvisa, anomala». «Alcune nostre etichette – ha detto il presidente dell’Afi, Luigi Barion – si sono lamentate perchè la Bertè, pur essendo esclusa, avrà la stessa esposizione promozionale degli altri cantanti». Il capostruttura di Raiuno Giampiero Raveggi ha ribadito che l’organizzazione individuerà stasera per l’esibizione della Bertè, in duetto con Spagna, «una collocazione ben definita che tuteli gli altri artisti in gara e che evidenzi la particolarità della situazione».

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%