play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

STASERA UCRAINA ITALIA

today12/09/2007

Background
share close

Kiev si sono allenati insieme ai compagni anche Pirlo e Zambrotta. I due, insieme a De Rossi che ha smaltito il problema delle vesciche, sono a disposizione e con ogni probabilità scenderanno in campo contro l’Ucraina. Sul terreno bagnato per pioggia dell’Olimpiyskiy. Donadoni ha presentato così il match. “I nostri avversari sono a caccia di punti, ma noi vogliamo vincere e non avvertiamo nessuna pressione particolare”.

Ci siamo, non sarà il crocevia dell’era Donadoni, ma poco ci manca. Contro l’Ucraina l’Italia deve fare assolutamente risultato per non dover successivamente cominciare a fare calcoli sui risultati delle altre, roba che non è decisamente consona ad una squadra che si fregia del titolo di Campione del Mondo. Roberto Donadoni non fa proclami, segno che la concentrazione per la sfida di Kiev è al massimo. “Sarà una partita difficile contro un avversario che vuole vincere perchè è a caccia di punti. Noi siamo qui per fare risultato e perchè vogliamo portare a casa l’intera posta in palio. Ce la giocheremo ad armi pari, cercando di metterci tutto quello che abbiamo. Scendiamo in campo senza pressioni”. E’ un Donadoni che, almeno a parole, ostenta tranquillità. “Non ci sono particolari pressioni, tutte le partite vanno vinte. Tutte le volte ci ripetiamo le stesse cose scontate. Tutte sono gare importanti, tutte sono utili per far sì che questo cammino continui a essere positivo”.

Intanto il cittì è alle prese con i suoi dubbi. Ad aiutarlo, ci sono i recuperi di Zambrotta e Pirlo che saranno regolarmente in campo visto che hanno svolto l’intera preparazione insieme al gruppo sul campo di Kiev bagnato dalla pioggia, così come De Rossi che ha smaltito il problema delle vesciche. Nel frattempo però c’è lo studio attento del modulo, probabilmente sceglierà quello “romanista”, il 4-2-3-1che è strettamente legato alla presenza o meno in campo di Alessandro Del Piero. Lo juventino è stato molto fischiato a San Siro e rischia di diventare il capro espiatorio di questa nazionale. In ogni caso, in rampa di lancio c’è Iaquinta, ma anche Aquilani e Perrotta, vista la squalifica di Gattuso. Vincere è l’imperativo categorico. Si parlava di conti, un pareggio, ad esempio, sarebbe utile solo in caso di sconfitta della Scozia, a quel punto basterebbe non perdeer a Glasgow per avere il vantaggio degli scontri diretti. Per evitare di guardare in casa d’altri e per tante altre cose, ecco perchè sarà vietato sbagliare
TGCOM.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


Podcast

Scarica la nostra App

RADIO
0%