play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

ROMA PALERMO 4-0! ROSA A PICCO

today18/12/2006 6

Background
share close

ROMA – Ciucci e cuori, gesti d’amore – non importa se alle mogli o ai tifosi – tutti giallorossi. Il cuore giallorosso disegnato con le dita nell’aria da Mancini dopo il gol allo scadere del primo tempo e il solito ciuccio di Totti dopo il rigore del 2-0 per una supremazia schiacciante, quasi imbarazzante della Roma sul Palermo. L’aveva detto Zamparini: la Roma è di un altro pianeta rispetto alla mia squadra. Ed è stato servito nel match che aveva per titolo ‘fuori i terzi, non i secondi’. E finisce 4-0 per la Roma.

È ufficiale: la seconda forza del campionato è la squadra di Spalletti, ma il Palermo scombinato di Guidolin gli ha dato una grossa mano. E lo stesso Zamparini a fine partita sarà furibondo con Guidolin, che ha fatto 5 punti in cinque partite. “Vuole distruggere il Palermo”. Sette reti al Catania un mese fa, quattro stasera ai rosanero per il pronto riscatto dopo la sconfitta nel derby: la Roma quando vede le siciliane fa scintille, ma Guidolin ha snaturato la squadra, umiliato Caracciolo – prima ala, poi mediano… – e buon per Zamparini che Fontana è stato il migliore in campo e che i romanisti hanno preso due pali. Totti doppietta e capocannoniere, anche se qualche dubbio sul quarto gol assegnato al capitano dopo la deviazione di testa di Biava resta: Totti ha crossato per De Rossi o voleva fare il pallonetto sul secondo palo? Dettagli, nella serata trionfale della Roma.

Primo tempo frenetico, ad altissimo ritmo: merito anche delle carenze del Palermo, squilibrato, che lasciava spazi alla Roma specie nei primi 20′. Era quasi un tiro al bersaglio. Al 2′ velo di Totti, Perrotta si faceva 50 metri da solo, entrava in area e lasciava partire un rasoterra fuori di poco. 2′ dopo mischione in area rosanera e primo miracolo di Fontana su Mancini. Al 13′ tiro cross di Totti e il numero uno palermitano alzava sopra la traversa. Al 17′ palo clamoroso di Mexes su cross di Totti. Palermo schiacciato, salvato solo dalla imprecisione, da Fontana e dalla frenesia giallorossa. Rizzoli al 23′ ha annullato un gol di testa a Panucci per fallo del giallorosso e fa altrettanto 5′ dopo con Amauri, che prima di colpire la palla su cross di Simplicio aveva spinto Chivu.

A questo punto i tentativi del Palermo di uscire dall’assedio si facevano meno timidi: al 37′ era Doni ad opporsi a Caracciolo, ma subito dopo era di nuovo Fontana a compiere due miracoli consecutivi su Perrotta e Taddei. Al 42′ parava di nuovo a terra Fontana su Totti ed era il preludio sullo strameritato vantaggio della Roma. Mancini, fin lì tra i peggiori (con De Rossi) raccoglieva un pallone filtrante dei Totti e dal limite batteva Fontana. A guardare il taccuino c’era solo da dire che era un gol stracotto e meritato. Prima della fine del primo tempo c’era da registrare l’infortunio a Perrotta in una azione dove Amauri faceva vedere di essere vivo.

La ripresa si apriva con lo stesso Palermo in campo, inteso come schieramento, ma con un atteggiamento diverso, leggermente più aggressivo. Al 5′ Amauri girava bene in area ma la palla usciva al lato. Ma era la stessa anche la Roma, sempre al cospetto di un Palermo sbagliato. Caracciolo all’ala, Di Michele in panchina (con tanto di parolaccia a Guidolin immortalata dalle telecamere, una volta entrato a risultato oramai compromesso), Simplicio dietro Amauri, Bresciano spostato a destra e poi a sinistra: una squadra stravolta e incomprensibile.

Ed ecco il 2-0 giallorosso: palo di Panucci (il secondo della serata, deviato anche da Fontana), angolo, fallo da rigore di Pisano su Taddei, Rizzoli fischiava il rigore e Totti non sbagliava. Nella serataccia siciliana ci metteva lo zampino anche il povero Caracciolo, che al 15′ sparava alto la palla che poteva riaprire la gara. C’è spazio per un altro miracolo di Fontana su punizione di Totti al 34′, per il terzo gol, quello di Mancini e per la quarta segnatura, quella della doppietta di Totti. Sul taccuino anche l’espulsione di Simplicio, per una serata rosanera tutta da dimenticare.

ROMA-PALERMO 4-0
Roma (4-2-3-1): Doni 6, Panucci 6.5, Mexes 6.5, Chivu 6.5 (42′ st Rosi sv), Tonetto 6.5, De Rossi 6, Pizarro 7 (46′ st Virga sv), Taddei 6.5, Perrotta 6.5 (1′ st Cassetti 6), Mancini 7, Totti 7. (1 Curci, 9 Montella, 19 Defendi, 35 Okaka) All.: Spalletti 7.
Palermo (4-2-3-1): Fontana 7.5, Zaccardo 6, Barzagli 5, Biava 5, Pisano 5, Guana 5.5, Corini 5.5 (28′ st Brienza sv), Caracciolo 6 (28′ st Di Michele sv), Simplicio 4.5, Bresciano 4.5, Amauri 6.5 (46′ st Parravicini sv). (1 Agliardi, 4 Tedesco, 15 Dellafiore, 16 Cassani). All.: Guidolin 4.5.
Arbitro: Rizzoli di Bologna 7.
Reti: nel pt 44′ Mancini; nel st 10′ Totti (rigore), 37′ Mancini, 45′ Totti.
Note: angoli: 7-4 per la Roma. Recupero: 1′ e 3′. Espulsi: Simplicio per doppia ammonizione. Ammoniti: Panucci, Bresciano per proteste, Mancini, Simplicio, Amauri e Pisano per gioco scorretto. Spettatori: 41 mila.

LASICILIA.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%