play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

INCHIESTA AGGIOTAGGIO LAZIO: ORDINE DI ARRESTO PER GIORGIO CHINAGLIA

today13/10/2006 3

Background
share close

ROMA – Estorsione ed aggiotaggio. Con queste accuse il nucleo valutario della guardia di finanza ha eseguito 8 ordinanze di custodia cautelare. Colpito da ordinanza anche l’ex bandiera della Lazio Giorgio Chinaglia, attualmente all’ estero, l’unico a non essere finito in carcere. Si tratta dell’inchiesta della procura della Repubblica di Roma sulla scalata alla societa’ sportiva Lazio, mediata nei mesi scorsi proprio da Chinaglia che aveva parlato di un interessamento di un gruppo ungherese.

Tra le persone colpite da ordinanza anche quattro irriducibili della Lazio, Fabrizio Toffolo, Juri Alviti, Fabrizio Piscitelli e Paolo Arcivieri. Oltre che per questi, ordinanze di custodia cautelare sono state emesse anche per Guido Di Cosimo, Giuseppe Bellantonio e un cittadino di origine ungherese Zoltan Slivas. Questi ultimi sono accusati di estorsione ed aggiotaggio. La nona ordinanza di custodia e’ stata emessa nei confronti di Enrico Bruno che deve rispondere soltanto di aggiotaggioinformativo.

L’operazione è stata eseguita dal nucleo valutario della Guardia di finanza di Roma e dalla Digos di Roma che ha ricostruito, con un lungo lavoro investigativo, la vicenda legata alle estorsioni che sarebbero state compiute ai danni del presidente della Lazio Claudio Lotito. Quest’ultimo, sotto scorta da mesi, ha denunciato nei mesi scorsi alla procura della Repubblica di aver subito minacce ed intimidazioni. Nell’ordinanza di custodia cautelare, di oltre 100 pagine, il Gip ripercorre, oltre all’aspetto che riguarda l’estorsione, tutta la vicenda della ‘scalata’ che nei mesi scorsi un non meglio precisato gruppo finanziario ungherese intendeva porre in essere per rilevare il pacchetto azionario dell’ S.S. Lazio. Mediatore di questa operazione finanziaria fu l’ex bandiera biancoceleste Giorgio Chinaglia.

L’indagine è dei pm Elisabetta Cenniccola, Gloria Bonfanti e Stefano Rocco Fava ed è stata coordinata dal procuratore della Repubblica Giovanni Ferrara.
DA ANSA.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%