play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

PONTE, LA SICILIA AUTONOMISTA IN MARCIA SU ROMA

today19/09/2006

Background
share close

CATANIA – Il ponte sullo Stretto nuovamente al centro del dibattito politico. Secondo il Movimento per l’autonomia, Raffaele Lombardo “malgrado l’atteggiamento di omertosa indifferenza della stampa nazionale sulla manifestazione di Roma per il Ponte, le infrastrutture e lo sviluppo del Sud, il popolo siciliano e meridionale farà sentire forte la propria voce contro l’ostilità del governo nazionale di turno”. Questa mattina a Roma manifestano insieme politici e semplici cittadini con la voglia di costruire il ponte sullo Stretto. La manifestazione si svolge in coincidenza con la riapertura dei lavori del Parlamento, in piazza Colonna davanti Palazzo Chigi.
“A dispetto dei maldestri tentativi di sabotaggio messi in atto per compiacere i nuovi manovratori e dell’imbarazzato silenzio degli organi di stampa nazionale – dice Lombardo – a Roma saremo in tanti per dare voce alla denuncia del colpevole degrado in cui è relegato il Sud Italia. Non s’illudano quanti fino a oggi hanno guardato con razzistica sufficienza a questo appuntamento”.

“Si accorgeranno – continua il leader dell’Mpa – che sindaci e amministratori locali, rappresentanti dell’associazionismo di base e delle organizzazioni sindacali, dirigenti e militanti del Movimento per l’autonomia e di altre forze politiche, e soprattutto tanti cittadini che spontaneamente hanno dato la loro adesione, grideranno forte il loro dissenso contro la volontà secessionista del governo nazionale che, rinunciando al Ponte, opera già finanziata e appaltata, di fatto intenderebbe escludere dallo sviluppo per i prossimi decenni un pezzo importante dell’Italia”.

“Riflettano bene – ha concluso Raffaele Lombardo – quanti hanno responsabilità di governo e intervenga, se lo ritiene, il Capo dello Stato che costituzionalmente è garante dell’ Unità nazionale, rimasta finora soltanto sulla carta”.

DA LASICILIA.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%