play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

Featured

Ad Agrigento si rialza il Telamone ed è subito polemica mondiale !

today05/03/2024 7

Background
share close

Avete visto anche voi il telamone rialzato collocato nella bellissima valle dei templi di Agrigento famosa in tutto il mondo ?

Polemica sul telamone rialzato di Agrigento, l’architetto si difende: “È un intervento reversibile”
Non si placano i toni del dibattito dopo il posizionamento in verticale del colosso nel Parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento. Le associazioni denunciano e gli studiosi si dividono. L’esperto scientifico del progetto, Alessandro Carlino: “Si tratta di un’esposizione temporanea come fosse una vetrina”.

L’hanno ormai definito in tanti modi: Frankenstein, uno dei moai dell’Isola di Pasqua, omino Michelin, Jeeg robot, l’impiccato, crocifisso senza braccia. La ricostruzione e il sollevamento da terra del telamone di Agrigento stanno animando la controversia tra chi plaude ad un’innovativa impresa di musealizzazione del sito archeologico siciliano e chi invece la ritiene una pacchianata antistorica. Giovedì scorso nella Valle dei Templi è stato “svelato” il gigante di pietra nato dall’accorpamento dei resti delle statue che erano sistemate tra le colonne del famoso tempio di Zeus Olimpio e ne sostenevano l’architrave.

Fino ad oggi soltanto due statue (l’altra ricomposta a fine Ottocento è ospitata in una sala del vicino museo Pietro Griffo, mentre una copia in tufo giace dentro la cella del tempio) delle trentotto originarie sono state recuperate e riassemblate. La critica oggi riguarda proprio la ricomposizione dell’ultima, “innalzata” pochi giorni fa e giudicata dai contestatori un pasticcio conservativo e allestitivo di un progetto finora costato 500mila euro alle casse del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi. A sostenere la statua, alta quasi 8 metri, è una lastra in acciaio corten di 12 a cui sono ancorate le mensole sulle quali poggiano i singoli pezzi.  Novanta frammenti appartenenti ad otto diversi telamoni e uno di loro, conservato per due terzi, utilizzato per la ricostruzione del telamone: si legge in una nota del Parco dell’antica Akragas.

Molte le voci che si sono sollevate dopo il “risveglio” del telamone. Sono i dettagli a non convincere, la loro realizzazione approssimativa e sgraziata nel faccione di calcarenite e la loro non prosecuzione per simmetria sulle parti integrate del resto del corpo. «La statua è un orrendo collage – commenta Simona Modeo, vicepresidente regionale di SiciliAntica che dal 1996 si occupa di tutela e valorizzazione dei beni culturali – di pezzi appartenenti a telamoni diversi per realizzare quello che è a tutti gli effetti un falso storico con il solo intento di attirare turisti che, peraltro, vengono già numerosi a visitare i templi. L’unico telamone originale superstite è esposto al museo archeologico di Agrigento». La messa in opera è giudicata discutibile dal momento che la presenza di tanti pezzi da telamoni diversi tradirebbe la veridicità del risultato. «Che bisogno c’era di sperperare denaro pubblico per erigere un inutile e dannoso guazzabuglio? – si chiede Modeo – I soldi potevano essere spesi per investire nella tutela dei cosiddetti siti minori, chiusi o abbandonati, depredati dai tombaroli. E invece il nostro patrimonio culturale è alla mercé di una becera propaganda politica e di un’oscena spettacolarizzazione. Il sonno, anzi il letargo della Regione, genera mostri».

Ed intanto anche il museo di Venezia ci prende in giro….

Fonte: web  & fanpage

Written by: Giuseppe Cancelliere

Rate it

Previous post

Featured

La situazione israelo palestinese oggi.

L'escalation tra Gaza e Israele non accenna a diminuire d'intensità: ripercorriamo i passaggi storici che hanno portato alla situazione attuale.   La mattina del 7 ottobre un attacco di Hamas è stato lanciato dalla Striscia di Gaza, cogliendo di sorpresa Israele. Migliaia di razzi da Gaza sono stati lanciati verso le regioni del centro e del sud di Israele. Allo stesso tempo, miliziani dell’gruppo palestinese islamico – che Stati Uniti, Unione europea e molti altri […]

today02/03/2024 9


0%