play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Antonacci tra erotismo, toyboy e politica

today17/04/2012 1

Background
share close

A due anni da “Inaspettata” Biagio Antonacci torna con i 14 brani inediti di “Sapessi dire no” tra politica (“non voto ma aspetto qualcuno che mi ispiri fiducia”) e sesso tra un ragazzo e una signora adulta (nel brano “Non vivo più senza te”). Già pronto il tour che parte il 5 maggio e infine a Tgcom24 rivela: “Sono pronto a scrivere di nuovo per Laura Pausini”.
“Fare un album è come ripartire di nuovo – spiega il cantautore – ma stavolta ho qualche anno in più, esperienza, più sicurezza meno ingenuità. Molte delle canzoni sono nate durante le registrazioni. Alla fine avevamo una trentina di brani e li abbiamo scelti sull’onda dell’energia in studio. Insomma come dicono tutti i bravi cantautori ‘E’ il migliore che abbia mai fatto!’ (ride; ndr)”.

Perché hai scelto come titolo del disco “Sapessi dire no”?
Saper dire di no ai figli ma anche a certe tentazioni come una bella donna per evitare il tradimento, come canto in “L’evento”, è dimostrazione di integrità d’animo. Un atteggiamento giusto in un mondo in cui troppe persone dicono sì mostrando la loro debolezza.

Come nasce l’erotismo di “Non vivo più senza te” quando canti “Le mie mani van su ma la sua bocca sempre più a sud”?
E’ uno scambio di energia tra persone con mani che vanno verso nord e l’energia verso il sud. E’ la situazione in cui si trova un uomo che vuole dimenticare una donna e fa una vacanza in Salento. Lì la sua infelicità si trasforma in liberazione e accadono cose bellissime. Fa la conoscenza di una signora più grande e scatta la passione.

Insomma la storia di un toyboy?
Beh ormai questo tipo di relazioni va di moda no? Per anni abbiamo avuto noi il monopolio. E’ giusto che le tendenze ora cambino (ride, ndr).

In “Naturale” parli di un amico che è cambiato dopo essere entrato nel mondo della tv. E’ una storia accaduta realmente?
Sì. Avevo un amico che non c’entrava nulla con il mondo dello spettacolo. Una volta che è apparso in tv e ha ottenuto la popolarità è cambiato totalmente anche nei miei confronti. E’ difficile saper gestire il successo. Quando a 30 anni è capitato a me è stata una bella botta che comunque ho retto.

Ma quel tuo amico lavora ancora in tv?
Certo e sta benissimo!

C’è molta riflessione sociale nell’album come in “Con infinito onore”. Deluso dalla politica?
Ormai non voto da anni e continuerò a non farlo fino a quando non ci saranno persone che mi daranno fiducia.

Qual è la soluzione per uscire da questa situazione?
Tornare alla politica partecipata. Mandiamo in Parlamento gente del popolo che sappia realmente quali sono i problemi di oggi e come risolverli.

Infine un ritorno con Laura Pausini. Insieme avete duettato da Panariello in “Vivimi”. Un brano che le hai scritto qualche anno fa. Pensi di collaborare ancora con lei?
Ero emozionatissimo quella sera. L’ho accompagnata al pianoforte e ho pure sbagliato gli accordi. Ma lei è stata una professionista pazzesca e mi ha rimesso sulla strada giusta. Ho moltissimo feeling con lei che ha una voce unica. Non escludo di tornare a scrivere per lei e avrei anche un sacco di stimoli. Ma dovrei ritargliami del tempo come se facessi un altro album.

Biagio ripartirà in tour il 5 maggio dal Pala Florio di Bari per terminare il 30 maggio al Pala Evangelisti di Perugia. Ripresa in autunno in cui sono previsti già due concerti al MediolanumForum di Assago (Milano) il 9 e il 10 ottobre. “Sarà uno show essenziale ma con una grande passerella in mezzo al pubblico. In primavera la scaletta sarà incentrata sui pezzi nuovi – anticipa Biagio -, mentre in autunno daremo spazio anche alle hit”.
TGCOM.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%