play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Obama: «Era un’icona della musica»

today27/06/2009 6

Background
share close

MILANO – «Un’icona della musica». Anche Barack Obama omaggia Michael Jackson. Per il presidente degli Stati Uniti, riferisce un portavoce, la popstar stroncata da un infarto nella sua villa di Los Angeles era un simbolo, anche se alcuni aspetti della sua vita fossero «tristi e tragici». Ma sono soprattutto le star del mondo dello spettacolo a piangere la morte di Jacko. Come Madonna, altro mostro sacro del pop: «Non riesco a smettere di piangere: ho sempre ammirato Michael Jackson – dice la cantante -. Il mondo ha perso uno dei suoi grandi, la sua musica vivrà per sempre. Il mio pensiero va ai suoi tre bambini e agli altri membri della sua famiglia. Che Dio lo benedica». Elton John, che era impegnato in un concerto a Londra quando ha appreso della scomparsa dell’artista, gli ha dedicato il brano «Don’t let the sun go down on me». Paul McCartney si dice «privilegiato» per aver avuto l’opportunità di lavorare con il grande artista, che ricorda come «un ragazzo di enorme talento e con un animo gentile». I due hanno collaborato negli anni ’80 alla realizzazione di alcuni brani, ma i loro rapporti si erano poi incrinati in seguito all’acquisizione, da parte di Jackson, dei diritti di molte canzoni dei Beatles.

TAYLOR: «DEVASTATA» – Liz Taylor si dice «troppo devastata per fare una dichiarazione». L’attrice ha sempre avuto uno stretto rapporto di amicizia con Jackson e ha affidato la sua tristezza all’addetto stampa. Frequentatrice abituale del ranch Neverland, è stata vicina al re del pop anche nei momenti più difficili. Sophia Loren: «Il mondo ha perso un’icona, ha dato al mondo un tesoro con le sue canzoni. Spero che troverà la pace che merita dopo tante sofferenze». Brooke Shields: «Sono devastata dalla tragica perdita del mio amico Michael. Era un amico straordinario, oltre che un grandissimo artista». Janet Jackson, sorella di Michael, ha detto di essere «in lutto e devastata» per la perdita improvvisa del fratello. La cantante è tornata in California per essere vicina al resto della famiglia. Lisa Marie Presley, figlia di Elvis e prima moglie del cantante: «Sono sconvolta e rattristata dalla morte di Michael. È stata una tragica perdita». I due sono stati sposati dal 1994 al 1996.
GENIO BAMBINO – Cher, attrice e cantante che diverse volte ha cantato e ballato con Jacko, lo definisce «un genio bambino». «Era dotato di un incredibile talento – ha dichiarato in un’intervista alla Cnn -. Dolce come un bimbo e innocente, e dotato di un’incredibile sensibilità. Un bambino ma anche un genio, dotato di un talento incredibile. Ma mi piace ricordarlo nei primi anni, perché ebbi modo di rivederlo in seguito e mi fece un effetto strano. Era come sovrastato dal bisogno di sentirsi accettato, dal bisogno di essere amato. Io lo ricorderò bambino, un bambino-genio del livello di Ray Charles, che cantava e ballava come solo un genio sa fare, con felicità». Lenny Kravitz: «Non ci sarà mai un altro come Michael Jackson. Era un ragazzo che Dio aveva benedetto con una voce da angelo. Ho lavorato con Michael su un brano che ancora non è stato pubblicato ed è stata un’esperienza incredibile. Era molto divertente e abbiamo riso tutto il tempo… era un meraviglioso essere umano. Sono molto triste. È stato il primo artista che ho visto dal vivo, quando avevo 8 anni al Madison Square Garden. Se non fosse stato per lui, non farei questo mestiere. Lui era la musica. Punto». «Sono assolutamente devastato da questa notizia tragica e inaspettata» ha detto Quincy Jones, il produttore musicale che aveva lanciato Jackson. «Aveva tutto: talento, grazia, professionalità e dedizione. Ho perso un fratello: una parte della mia anima se n’è andata con lui».

CORRIERE.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%