play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Lanciò le scarpe a Bush:condannato a tre anni di carcere

today12/03/2009

Background
share close

BAGDAD – Il giornalista iracheno Montazer al-Zaid è stato condannato a 3 anni di carcere dal tribunale di Baghdad per il lancio delle sue scarpe contro l’ex presidente americano, George W. Bush, in occasione della sua ultima visita in Iraq. Nel corso del processo il giornalista della tv “al-Baghdadiya” si è proclamato innocente e il suo legale ne ha richiesto la scarcerazione.

COLPEVOLE DI VILIPENDIO – Il giudice del tribunale di Bagdad lo ha invece considerato colpevole di vilipendio a un capo di stato straniero in visita nel paese arabo. Al-Zaidi aveva lanciato le sue scarpe contro Bush in occasione della sua visita a Bagdad del 14 dicembre scorso, diventando un vero e proprio eroe per i gruppi anti-americani e islamici del mondo arabo.

RISCHIAVA 15 ANNI – In prigione sin dal 14 dicembre, al Zaidi rischiava una condanna fino a 15 anni. Nel corso della sua deposizione, si era dichiarato «non colpevole» dell’ imputazione di «aggressione ad un capo di Stato straniero».

«HO PENSATO A UN MILIONE DI MARTIRI» – «Il sorriso glaciale» di Bush, aveva detto nel corso della prima udienza il 19 febbraio scorso, gli aveva fatto salire il sangue alla testa. «Ho pensato ad un milione di martiri» causati dall’invasione, di cui a suo dire il presidente americano sarebbe «il maggiore responsabile». In aula ha ribadito il concetto, affermando che la sua reazione è stata «naturale», come quella di «qualsiasi iracheno». E così ha lanciato prima una scarpa e poi l’altra, mancando di poco Bush, che era accanto al premier iracheno Nuri al Maliki.

corriere.it

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%