play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

MOSTRUOSO!!

today15/12/2008

Background
share close

TORINO – È la Juventus l’anti Inter. Il campo sceglie la sfida scudetto un attimo prima di Natale. Il Milan resta congelato a meno 9. Il 4-2 in una notte di pioggia che non è neve per un paio di gradi appena. Del Piero, Chiellini e Amauri due volte. Con Pato e Ambrosini comparse del tabellino. È esclusiva bianconera il meno 6 che vale a futura speranza. Se l’Inter molla, dietro c’è la squadra che non molla mai. Sarà che gli manca Kakà. Sarà che il centrocampo è un buco nero, ma nel Milan il problema è la difesa che va in rosso fisso. Dura poco ma, anzi, la reazione al rigore di Del Piero è da campioni scafati. Già, il rigore: al 16′ Jankulosvky travolge da dietro Del Piero. Rizzoli fischia, il capitano segna il suo 251esimo gol in bianconero. Forte e teso. Ambrosini, due minuti dopo, ha sulla testa, da solo a due metri da Manninger, il gol del pari. Sbaglia. Alla mezzora Kaladze apre per Ronaldinho a sinistra, cross basso perfetto e Pato sotto porta fa l’1-1. Al 43′ Del Piero batte l’angolo e la difesa del Milan si nasconde. Chiellini no, stacca e fa il 2-1. Esce Nedved, entra un mostro di nome De Ceglie. La fascia sinistra si abbandona a lui. Così nasce il 3-1: una cavalcata senza ostacoli, cross e Amauri schiaccia in rete. Il primo tempo dice tutto, il secondo risponde show. Ancelotti nel frattempo ha tolto Emerson per Shevchenko. Ma il gol della riapertura di match è del tris Ambrosini-Marchionni-Chiellini, cioè tiro e due deviazioni. Manninger non ci capisce nulla ed è 3-2. Il campo zuppo piomba le gambe, e un gol di distacco non dà pace al match. Se poi il Milan resta pure in dieci… Zambrotta già ammonito non resiste e centra le gambe di De Ceglie. Rosso perfetto. Amauri chiede il triangolo di petto a Sissoko, risposta esatta, controllo di testa, poi di piede, gol. Quattro a due. E un minuto dopo Del Piero spacca il palo invece di fare 5. IL resto è baruffa con il destino già scritto in classifica. Il Milan a meno 9 può fare al massimo, per il momento l’anti-Napoli.

AMAURI – «Sono contento, devo ringraziare il pubblico che oggi è venuto, ci ha spinto tanto e ci dà la carica per fare bene». Carvalho de Oliveira Amauri è entusiasta per la doppietta al Milan e soprattutto per la vittoria della Juventus nel posticipo della 16^ giornata di serie A. «È stata una bella partita, di fronte avevamo una grandissima squadra – prosegue l’attaccante brasiliano ai microfoni di Sky Sport -. Se abbiamo vinto è sicuramente merito nostro che abbiamo saputo mettere in difficoltà il Milan. Il passaporto italiano per la Befana? Speriamo»

Written by: admin

Rate it

Previous post


Podcast

Scarica la nostra App

RADIO
0%