play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Zamparini: «Grande Ibra, ma non simuli»

today16/11/2008

Background
share close

PALERMO, 15 novembre – La sorpresa è che Zamparini non è arrabbiato. E Ballardini non rischia la panchina dopo la sconfitta contro l’Inter. Il Palermo ha perso con onore, e il presidente è d’accordo: «Ho visto un buon Palermo nel primo tempo – ha detto a Sky Zamparini – ma per competere con l’Inter non dovevamo sbagliare niente. Ibra si è inventato un gol bellissimo, mi dispiace perché non ha bisogno di simulare per prendersi una punizione. E deve imparare a non fare queste cose. Il nostro centrocampo non c’era più nel secondo tempo. Senza Liverani in mezzo perdiamo equilibrio. L’Inter in vantaggio è impossibile da rimontare. Avevo detto a Ballardini che volevo che affrontasse più prudentemente l’Inter, ma lui crede nel suo schema. È l’ha dimostrato nel primo tempo che può competere con le grandi squadre. Ci manca una punta centrale. A gennaio vedremo Budan che farà, se mancherà qualcosa vedremo». Ha parlato con i dirigenti dell’Inter per Adriano?: «Di Adriano non abbiamo parlato. Non verrà mai al Palermo, guadagna 4 milioni, l’Inter me ne dovrebbe dare 3 per prenderlo».

BALLARDINI – Si inchina con onore Ballardini. Il suo Palermo ha resistito il primo tempo prima di cedere all’Inter di Ibrahimovic: «Grande primo tempo il nostro – ha detto il tecnico rosanero a Sky – nel secondo ci siamo disuniti dopo il gol, e poi l’Inter ha fatto vedere tutto il suo valore. Ibra andava accorciato anche da trenta metri. Uno come lui va sempre accorciato. Ma sul secondo gol forse il fallo della punizione non c’era. E la barriera sulla punizione si apre. I grandi giocatori con il minimo che gli concedi si prendono il massimo».
CORRIEREDELLOSPORT.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


Podcast

Scarica la nostra App

RADIO
0%