play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Gp del Giappone: trionfa Alonso, Massa recupera due punti su Hamilton

today12/10/2008 1

Background
share close

FUJI (GIAPPONE) – Lo spagnolo Fernando Alonso, su Renault, ha vinto il Gran Premio del Giappone, terzultima prova del Mondiale di Formula 1, sul circuito della Fuji Speedway. Secondo classificato Robert Kubica con la Bmw Sauber, mentre sul gradino più basso del podio si è piazzato il ferrarista Kimi Raikkonen. Gara in salita, invece, per i due aspiranti al titolo, Felipe Massa e Lewis Hamilton: entrambi sono stati penalizzati in avvio con un drive-through (obbligo di percorrere tutta la pit-lane). L’inglese della McLaren per aver ostacolato Raikkonen alla prima curva, mentre l’altro ferrarista ha pagato la collisione con lo stesso Hamilton al primo giro (incidente che ha costretto l’inglese in testa coda e al rientro ai box). Alla fine Massa ha tagliato il traguardo in ottava posizione, ma la penalità di 25 secondi inflitta al francese Sebastien Bourdais (Toro Rosso) proprio per aver ostacolato il pilota della Ferrari ha fatto risalire il brasiliano al settimo posto, facendogli rosicchiare due punti in classifica. Hamilton si è invece piazzato solo dodicesimo. Ora i due sono divisi da cinque lunghezze.

LE REAZIONI – Per Alonso il successo ottenuto nel circuito del Fuji è stato il secondo di fila dopo quello di Singapore. Non gli succedeva da due anni, quando proprio con la Renault riuscì a vincere addirittura quattro gare consecutive, dalla sesta alla nona gara della stagione: Spagna, Monaco, Gran Bretagna, Canada. «È abbastanza difficile da credere, era inattesa la vittoria di Singapore e oggi ho semplicemente vinto ancora – commenta lo spagnolo -. Non ci credo, mi dovete dare ancora un po’ di tempo. È incredibile per noi aver messo dietro Ferrari e McLaren». Soddisfatto per il terzo posto anche Raikkonen: «Ho fatto una buona partenza, ho avuto qualche problema ai freni e ho perso posizioni all’inizio. Era difficile uscire da tutte quelle auto all’inizio, ho cercato di migliorare il passo gara e ho fatto di tutto per superare Kubica, ma non ci sono riuscito. L’unica possibilità – aggiunge il finlandese – era andare fuori o restare dietro a Robert. Ho conquistato dei buoni punti che vanno bene per la scuderia. La gara è stata difficile ma la terza posizione va bene così».

HAMILTON E MASSA – Non se la prende più di tanto, invece, Hamilton: «Questo risultato non fa molta differenza, ho perso solo un punto (poi diventati due, ndr), il danno è limitato. Riusciremo ad essere competitivi e vinceremo nelle prossimo gare. Vinceremo ad ogni costo». Per Massa, invece, «è stata una gara molto strana, è successo di tutto: ma non posso dire che sia stato un fine settimana così negativo. Sono partito quinto, Hamilton era in pole: ma dopo quanto successo in curva poteva essere una grande opportunità – aggiunge il brasiliano – Alla fine ho perso dei punti per il drive trough. Il contatto con Hamilton? Alla curva 10 ha frenato tardi, l’ho fatto anche io per non lasciarlo passare. Abbiamo fatto la curva insieme, lui poi mi ha spinto sull’erba. Ci siamo toccati, ma può succedere». Prossimo appuntamento già domenica in Cina: «Saremo competivi- assicura il ferrarista- vedo una buona gara per noi. Siamo in condizione, il campionato è molto combattuto».

CORRIERE.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%