play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Hamilton contro Raikkonen, vince Kubica

today09/06/2008 1

Background
share close

È cominciato male per Lewis Hamilton il Gran Premio del Canada, settimo appuntamento del Mondiale di Formula 1. Il pilota inglese ha tamponato la Ferrari di Kimi Raikkonen all’uscita della pit lane (nel fotogramma tv). Al 20° giro, con la corsa in regime di bandiere gialle e con la safety car in pista, i primi della classifica sono entrati ai box per rifornire. All’uscita, Raikkonen e Nico Rosberg con la Williams Toyota si fermano perché c’è il semaforo rosso. Hamilton, incredibilmente, non lo vede e va a tamponare la Ferrari del campione del mondo. Per entrambi gara finita.

SUBITO LE SCUSE – Hamilton, partito in pole, si è voluto prontamente scusare con Raikkonen per il tamponamento. «Non so esattamente quello che sia successo – ha detto Hamilton ai microfoni di Sky -, ho visto i due davanti a me e ho cercato di evitarli. Si sono fermati di colpo, non è come un incidente di gara. La squadra mi ha avvertito un po’ tardi. Credo che siano cose che possono succedere, è diverso rispetto a quando vai a sbattere su un muro. Mi scuso con Kimi ma sono cose che possono succedere, è stato tutto molto veloce».

«NON L’HO FATTO APPOSTA» – Un errore tanto incredibile quanto imperdonabile, che gli costerà dieci posizioni in griglia alla partenza del prossimo Gran Premio, a Magny Cours. Ma che soprattutto gli è costato la faccia. «Non ho parole, non so cosa dire – ha commentato Hamilton, convocato dai commissari di gara – tranne che scusarmi con Kimi. Non l’ho fatto apposta, posso solo dire questo, che non l’ho fatto apposta. Mi sono lasciato prendere dalla foga, non volevo perdere la mia posizione durante il pit stop e così non mi sono accorto che il semaforo era rosso. Volevo solo partire davanti».

RAIKKONEN – Il campione del mondo attacca: «Non sono arrabbiato, ma quella che ha fatto Hamilton è una cosa inspiegabile. Di più. È una cosa stupida. Per carità, io non sono la persona più adatta per commentare un tamponamento, visto che solo un gran premio fa mi è successo qualcosa di analogo – ha detto riferendosi al tamponamento della Force India di Sutil a Montecarlo -, però un conto è tamponare in pista, nel pieno della gara, un altro nella pit lane, mentre si è fermi al semaforo rosso». Non si può cambiare quanto è successo, questa è la prima regola che un pilota deve saper accettare. Però l’aderenza era buona, stavo migliorando giro dopo giro e per come si erano messe le cose avrei potuto vincere. Ora invece in corsa per il mondiale ci sono anche le Bmw. Meglio così, quasi quasi mi viene da dire meglio loro di altri…».

VINCE KUBICA – Il Gp gdel Canada è stato vinto dal polacco Robert Kubica su Bmw-Sauber, che ha chiuso la gara davanti al compagno di squadra Nick Heidfeld e al britannico della Red Bull David Coulthard. Per Kubica si tratta della prima vittoria ufficiale in un Gran Premio e, ironia della sorte, avvenuta proprio sul circuito dove lo scorso anno aveva rischiato la vita per un gravissimo incidente. Il pilota Bmw sale in testa alla classifica del Mondiale piloti con 42 punti, seguito da Hamilton (38 punti) e Felipe Massa (38). Raikkonen, fermo a 35 punti, scende dalla seconda alla quarta posizione. Quinto posto per Felipe Massa, protagonista di una grande rimonta. Il brasiliano, dopo essere finito al 15° posto, è riuscito a chiudere dietro alla Toyota di Timo Glock. Sesta posizione per l’altra Toyota dell’italiano Jarno Trulli davanti alla Honda di Rubens Barrichello e alla Toro Rosso di Sebastian Vettel.

«CRESCIUTI TANTO» – «Abbiamo fatto il pit stop tutti insieme e c’era la luce rossa. Kimi si è fermato vicino a me e poi ho sentito un gran botto e ho capito quello che era successo e che Hamilton aveva tamponato Raikkonen – ha raccontato Kubica -. Ho tentato di mantenere la concentrazione e andare avanti». Per il polacco si tratta della prima vittoria in Formula 1: «È bellissimo vincere qui con la Bmw, siamo cresciuti tantissimo e siamo riusciti a fare una doppietta. La macchina all’inizio non era al massimo, non riuscivo a stare dietro a Lewis, poi abbiamo regolarizzato la pressione dei pneumatici e tutto è andato bene. È stato un anno incredibile per me. Abbiamo fatto molti progressi, questa stagione sta andando molto bene e sono felice di aver vinto qui in Canada dove l’anno scorso ho fatto un botto incredibile».

MASSA: «FRUSTRANTE» – Il quinto posto di Felipe Massa è frutto di un mancato rifornimento che è costato al brasiliano la piazza d’onore. «È così, se oggi non avessi dovuto rientrare per quella sosta in più sarei arrivato di sicuro secondo – ha detto Massa – e questo sono cose che non devono succedere. Io non ho niente da rimproverarmi, ho fatto una gara perfetta. Ma è troppo frustrante accorgersi dopo un pit stop di non aver imbarcato neppure un litro di benzina. È grave, dobbiamo capire esattamente cosa sia successo e perché». Massa, partito sesto, dopo quella sosta si è ritrovato ultimo. Ma giro dopo giro è risalito fino al quinto posto. «Peccato, ero sul podio sicuro. E con quei punti sarei in testa al mondiale insieme a Kubica. Di certo per il mondiale ci sono in corsa quattro piloti per tre squadre». Severo il brasiliano con Hamilton: «Se facevo io una cosa così minimo mi davano due gare di squalifica. Spero che i commissari siano severi il giusto, perché quanto ha fatto Hamilton è una cosa assurda».

CORRIERE.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%