play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Dominio Rosso in Bahrein, Vince Massa

today07/04/2008 4

Background
share close

TRIONFO ROSSO – Non c’è stata storia. La Ferrari centra in Bahrein la prima doppietta della stagione. Trionfa Felipe Massa davanti al compagno di squadra Kimi Raikkonen. Al terzo posto il polacco Robert Kubica, su Bmw, partito in pole position. Male le McLaren: quinto Kovalainen, gara da dimenticare per Lewis Hamilton (tredicesimo). Sesto Jarno Trulli con la Toyota. Con i punti guadagnati, Raikkonen – campione del mondo in carica – balza in testa alla classifica piloti.

LA GARA – Lo strapotere delle Rosse è evidente subito dopo il semaforo verde. Pronti, via e il Cavallino piazza due colpi da ko: Massa brucia Kubica al semaforo verde, Raikkonen supera la Bmw nel secondo giro. In un paio di minuti maturano le premesse per una doppietta rossa nel deserto, visto che la Ferrari perde per strada il rivale più pericoloso. Hamilton, infatti, si complica la vita con una partenza disastrosa e con un attacco dissennato alla Renault dell’ex ‘compagno-nemico’ Fernando Alonso: nel tamponamento l’inglese danneggia il muso della sua monoposto, deve tornare ai box e precipita in fondo al gruppo. Dopo le scintille iniziali, la situazione si cristallizza in attesa della girandola di pit-stop. Ad inaugurare la serie è Kubica, che rientra al 18° giro. Due passaggi più tardi si ferma Raikkonen, seguito nella tornata successiva da Massa. Il podio virtuale rimane invariato e le distanze tra i primi aumentano in un pomeriggio che non riserva emozioni. Solo Hamilton, impegnato in un’improbabile rimonta, si agita nel tentativo di raccogliere qualche punto. La monotonia viene spezzata, si fa per dire, dal secondo round di soste per rifornimento e cambio gomme: Raikkonen e Massa sbrigano la formalità tra il 38° e il 39° giro. L’ultima fase della gara è una lunga passerella verso la bandiera a scacchi. Il Cavallino fa il pieno, Kubica regala alla Bmw il terzo piazzamento nobile di una stagione finora eccellente. A punti vanno anche Nick Heidfeld (Bmw), Heikki Kovalainen (McLaren-Mercedes), Jarno Trulli (Toyota), Mark Webber (Red Bull) e Nico Rosberg (Williams). Per Hamilton, il vero sconfitto di oggi, solo il 13° posto con l’onta del doppiaggio. Raikkonen, con 19 punti, balza al comando della classifica generale. Con 29 punti, la Ferrari è staccata di una sola lunghezza dalla Bmw, leader del Mondiale costruttori.

LE REAZIONI – «Un trionfo – dice Massa dopo la gara – ma non una passeggiata. Kubica non è partito in modo eccezionale e io l’ho superato subito», racconta il paulista. «La gara però non è stata semplice, c’era molto olio in pista. La F2008 è andata benissimo, non ho avuto bisogno di spingere al massimo visto il vantaggio che ho accumulato», aggiunge. Massa ha dunque risposto nel modo migliore alle critiche: nei primi due Gp dell’anno, in Australia e in Malesia, il brasiliano non aveva raccolto nemmeno un punto. «Non ho avuto settimane positive», dice, ripensando al disastroso avvio di stagione. «Ho disputato due brutte gare, ma quando si sbaglia è importante tornare subito al lavoro per rimediare. Oggi volevo arrivare in fondo senza commettere errori: ho ripensato a quello che ho fatto nel recente passato e non ho ripetuto gli stessi sbagli». Kimi Raikkonen spiega che invece la sua macchina «non è stata perfetta» anche se «il risultato va benissimo».Il pilota finlandese della Ferrari si gode la testa della classifica piloti: «Siamo veloci, potenti, motivati: e nella prossima gara andremo ancora più forte. Volevamo vincere e ci siamo riusciti, nonostante qualche difficoltà nell’arco del weekend. Sono arrivato secondo, sono leader della classifica e quindi va benissimo così».

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%