play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

Finalmente Rosa!Viola battuti 2-0

today09/12/2007

Background
share close

PALERMO – Il Palermo torna al successo dopo due terribili batoste e scaccia via i fantasmi di una piccola ma pericolosa crisi che rischiava di far trascorrere a Zamparini il primo assaggio di feste natalizie con il groppo in gola. Invece, la squadra rosanero è riuscita a mettere sotto la Fiorentina, una delle più quotate formazioni della Serie A, e ha fatto ritrovare il sorriso a Francesco Guidolin, anche lui reduce da un traumatico esordio nel derby contro il Catania. Miccoli e Simplicio, due fra i giocatori più discussi degli ultimi tempi (il primo peraltro reduce da un infortunio muscolare) hanno azzerato le ambizioni dei viola che erano arrivati a Palermo con un solo obiettivo: riscattare il ko interno subito domenica scorsa contro l’Inter.

Dopo un quarto d’ora in apnea, verosimilmente condizionato dalla doppia batosta subita nelle ultime due trasferte (5-0 sul campo della Juve e 3-1 su quello dei Catania), dai timori e dalle paure tipiche di chi sa di non potere più sbagliare, il Palermo cresce a vista d’occhio fino a mettere paura alla Fiorentina e a confezionare il gol del vantaggio. Guidolin torna al vecchio modulo ad albero di Natale, con Miccoli (al rientro dopo un lungo infortunio muscolare) e Cavani alle spalle di Amauri. La Fiorentina potrebbe già passare in vantaggio dopo soli 9′, ma Fontana fa buona guardia e ferma un colpo di testa del fischiatissimo romeno Mutu.

Il pericolo scuote il Palermo che, con il passare dei minuti, prende coraggio e comincia ad affacciarsi con una certa pericolosità dalle parti di Frey: come al 14′ con Migliaccio, il cui colpo di testa viene alzato con un gran balzo dal portiere francese sopra la traversa. Il gol potrebbe arrivare al 16′ (Cavani in leggero ritardo, su cross dalla sinistra di Capuano), ma arriva qualche secondo dopo: splendida verticalizzazione di Amauri per Miccoli, che entra in area e scavalca Frey in uscita con un tocco morbido.

I rosanero prendono in mano il comando delle operazioni e gestiscono il gioco a proprio piacimento, soffocando la vena creativa di Liverani e rilanciando la manovra con azioni veloci e pericolose. Nel finale torna sotto la Fiorentina con una gran botta di Pazzini, che salta Barzagli e conclude di poco fuori; quindi con Montolivo, abile ad aggirare Zaccardo, che viene fermato da un intervento miracoloso di Fontana. Prima della fine del tempo Santana, un ex, prende il posto di Potenza; Prandelli arretra Jorgensen sulla linea dei difensori, mentre l’argentino va a completare quella dei centrocampisti, agendo da quarto uomo sulla destra, alle spalle di Pazzini e Mutu.

Dopo l’intervallo, il tecnico viola rinuncia anche a Liverani e getta nella mischia un altro esterno, Semioli (a destra), spostando Montolivo sulla mediana, al fianco di Donadel, mentre Santana va sulla sinistra. Il primo acuto, però, è del Palermo: Cavani viene raggiunto da un millimetrico lancio di Miccoli sulla destra, si accentra, saltando un paio di avversario e poi di sinistro sfiora l’incrocio. Al 22′ il Palermo potrebbe chiudere il conto, ma il tiro di Simplicio viene deviato da Frey in angolo. Lo stesso potrebbe fare Cavani, ben lanciato da Simplicio al 28′, ma Frey si aiuta con i piedi e sventa la minaccia.

L’azione si ripete un minuto dopo e, ancora una volta, il portiere francese si salva. Frey dimostra di avere un conto aperto con l’attaccante del Palermo, ne è conferma la grande parata sulla girata al volo di destro dell’uruguayano. Poi però neppure Frey, richiesto dal Milan per la prossima stagione, può nulla sulla conclusione di Simplicio, bravo a farsi largo nella difesa viola. Guidolin sorride e alla fine c’è anche un accenno di terzo tempo, con il tecnico e molti giocatori del Palermo che vanno a dare la mano a Cesare Prandelli.

PALERMO-FIORENTINA 2-0
Palermo (4-3-2-1): Fontana 7, Zaccardo 6, Biava 6, Barzagli 6, Capuano 6.5, Guana 6.5, Migliaccio 7, Simplicio 7, Cavani 6.5, Miccoli 6.5 (14′ st Bresciano 6), Amauri 6.5. (1 Agliardi, 4 Gio. Tedesco, 16 Cassani, 19 Brienza, 32 Diana, 77 Rinaudo). All.: Guidolin 7.
Fiorentina (4-3-3): Frey 6.5, Potenza 5 (39′ pt Santana 6.5), Dainelli 5.5, Gamberini 5.5, Gobbi 5.5 (19′ st Pasqual sv), Donadel 5.5, Liverani 6 (1′ st Semioli sv), Montolivo 6.5, Jorgensen 5.5, Pazzini 5.5, Mutu 6. (12 Lupatelli, 2 Kroldrup, 8 Pazienza, 9 Osvaldo). All.: Prandelli 6.
Arbitro: Morganti di Ascoli Piceno 5.5.
Reti: nel pt 17′ Miccoli; nel st 31′ Simplicio.
Note: angoli: 7-7. Recupero: 2′ e 3′. Ammoniti: Gobbi, Montolivo, Miccoli, Zaccardo, Donadel, Simplicio, Bresciano per gioco falloso. Spettatori: 22.823, per un incasso di 368.486,92 euro.
LAsicilia.it

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%