play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

INTER, LA SINDROME DEL 5 MAGGIO

today19/04/2007

Background
share close

Poveri tifosi neroazzurri, la sindrome del 5 Maggio 2002 sembra che non sia stata superata, era tutto pronto per la festa, per festeggiare uno scudetto vinto sul campo che mancava da 18 anni, e invece? e invece la Roma non ha voluto, rievocando i fantasmi di quel famoso 5 maggio 2002!!! “Un po’ brucia”. Non si riferisce alla festa scudetto rinviata Roberto Mancini ma alla prima sconfitta dell’Inter in campionato. “Speravamo di concludere il torneo imbattuti – dice il tecnico interista dopo il k.o. con la Roma – però non cambia molto, non è un problema”. Poi l’analisi della partita: “Nel primo tempo non abbiamo giocato bene, meglio la Roma. Il secondo invece l’abbiamo giocato benissimo, il gol di Totti è arrivato da una casualità, è stato un peccato”. BRACCINO – Cosa non ha funzionato contro la Roma? “È come il tennista che arriva a giocarsi le ultime palle per vincere il match, arriva un po’ di timore che ti ferma un po’. Contro il Palermo c’è stata forse un po’ di sufficienza. Oggi invece c’è stato un po’ il braccio del tennista. Almeno nel primo tempo, mentre nel secondo abbiamo giocato benissimo. Comunque quando ci sei un po’ di paura, di timore di non riuscirci subito, può esserci. Al di là di questo, la partita non avremmo dovuto perderla. Col Palermo c’è stata invece leggerezza, il pensare che avevamo 18 punti di vantaggio. Ora ci mancano ancora 6 punti, spero che questa sconfitta possa esserci utile”.

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%