play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

E’ LA FRANCIA IL PAESE DOVE SI VIVE MEGLIO

today28/01/2007

Background
share close

Questa volta la Francia ci ha battuto sonoramente, non ci sono né recriminazioni né giustifiche. Il vero Belpaese, secondo la rivista di viaggi americana «International Living» per l’anno 2007 è proprio la Francia: i cugini transalpini secondo gli esperti del magazine vivono nel paese dove la qualità di vita è migliore rispetto al resto del mondo e dove alcuni servizi come i treni ad alta velocità, la sanità, la cultura, il turismo, le spiagge e la qualità del clima sono abbondantemente superiori alla media
CRITERI – Il rivista americana ha cercato di stabilire la qualità di vita di 191 nazioni comparando nove aspetti e criteri: il costo della vita, la cultura e il tempo libero, l’economia, l’ambiente, la libertà, le infrastrutture, la sicurezza e il rischio e infine il clima. Oltre ai servizi precedentemente elencati la Francia eccelle anche per lo stile di vita della sua popolazione, il senso di comunità, i suoi antichi valori e per la persistenza di mercati rionali.ITALIA – L’Italia si ferma solo all’ottavo posto di questa speciale classifica. È superata anche da Australia, Olanda, Nuova Zelanda, Usa, Svizzera e Danimarca. Chiudono la top ten Lussemburgo e Argentina. Secondo la rivista, l’Italia raggiunge il massimo punteggio per quanto riguarda la cultura: il nostro Paese è l’unico a conquistare un 100 pieno in questa categoria, il massimo voto che la rivista offre a ogni ambito. L’Italia si distingue anche per il suo clima, per il relativo basso costo della vita e per un buon servizio di trasporto. Sono altre le cause che rendono «a rischio» lo Stivalo, come l’economia e l’enorme debito pubblico che grava sui propri cittadini, una scarsa attenzione civica per i problemi legati all’ambiente e la mancanza di alcune infrastrutture fondamentali

REGNO UNITO – Ma c’è chi ha fatto peggio. Il Regno Unito si posiziona solo 37°, superato da Paesi meno famosi e con una storia meno significativa come Andorra, Uruguay ed Estonia. Secondo la rivista l’Inghilterra è un Paese nel quale il clima è pessimo, i trasporti sono lenti e antiquati, il costo della vita e quello della sanità è molto alto. Sebbene il clima inglese sia simile a quello di molti altre nazioni che hanno ottenuto un ottimo risultato come l’Olanda (seconda in classifica), la Danimarca (settima) e Lussemburgo (nono), queste ultime possono vantare un servizio sanitario e infrastrutture di gran lunga superiori a quelle britanniche. L’Inghilterra però supera gli altri Paesi in un aspetto sicuramente non secondario: le libertà politiche e sociali

COMMENTI – Agli ultimi posti si posizionano nazioni martoriati da conflitti e guerre civili come Iraq, Somalia, Yemen e Sudan. Laura Sheridan, portavoce di International Living, spiega i risultati della classifica: «La Francia ha un ottimo clima, un buon sistema sanitario, una campagna intatta e incontaminata e probabilmente la capitale più romantica al mondo. L’Inghilterra invece è indubitabilmente una potenza economica e finanziaria con un forte e rispettabile cultura, ma è troppo cara, i trasporti sono lenti e inoltre ha un clima rigido dove la pioggia cade un po’ troppo spesso».
CORRIERE.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%