play_arrow

keyboard_arrow_right

skip_previous play_arrow skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
chevron_left
  • play_arrow

    AmicaFm The Way Of Your Life!

News

FORTE TERREMOTO IN MARE, PAURA E PANICO IN SICILIA

today26/10/2006 2

Background
share close

PALERMO – Una scossa di terremoto è stata avvertita in gran parte della Sicilia. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, si tratta di un terremoto di 5.7 gradi di magnitudo della scala Richter. L’epicentro è stato registrato al largo delle Eolie a una profondità di 209 chilometri.

L’Ingv conferma che il sisma si è verificato alle 16.28. Finora non si hanno notizie di danni, ma sono in corso le verifiche da parte della Protezione civile. Se la scossa fosse stata più superficiale, fanno notare gli esperti, le conseguenze sarebbero state più gravi.

“Non c’è da allarmarsi. Si è trattato di un evento sismico verificatosi in una zona ben nota a questi fenomeni”, dice il professore Enzo Boschi, presidente dell’Ingv. “La scossa tellurica – aggiunge – è stata provocata da un fenomeno di subduzione, cioè la crosta che si immerge dentro il mantello del pianeta”. L’Ingv mette a disposizione un questionario sul web (www.ingv.it/questionario) per raccogliere le testimonianze dei cittadini che hanno vissuto il terremoto. Sul sito internet è anche disponibile la mappa del sisma.

In numerose località della costa tirrenica calabrese, la gente, dopo avere avvertito la scossa di terremoto, si è riversata per strada per paura di conseguenze. In tutta la Piana di Gioia Tauro, situata praticamente di fronte alla zona di mare in cui è stato registrato l’epicentro, le scosse avvertite distintamente dalla popolazione sono state due, a distanza di pochi secondi l’una dall’altra. La prima più debole e la seconda di intensità decisamente superiore.

La paura di crolli ha fatto sì che la gente uscisse per strada. Scene analoghe si sono verificate anche nel vibonese, soprattutto nei comuni costieri. La scossa, comunque, è stata avvertita distintamente in tutta la Calabria. Centinaia sono già le telefonate di cittadini allarmati ai centralini dei comandi provinciali dei vigili del fuoco, dei Comuni e delle forze dell’ordine, per avere notizie su quanto accaduto.

Situazione simile anche in Puglia, dove chiamate di cittadini allarmati sono giunte alle sale operative dei vigili del fuoco di Bari, Gioia del Colle, Altamura, Loseto, tutti comuni del Barese e da Cisternino, nel Brindisino, così come in Campania, secondo quanto riferisce la Protezione civile: la scossa è stata avvertita da una larga parte dei comuni costieri della regione, data la profondità dell’evento sismico, ma al momento non risultano danni.

DA LASICILIA.IT

Written by: admin

Rate it

Previous post


0%