.:| Powered by www.ion.it |:.   
 

 
Home Page | Siti Partner | Photogallery | Guestbook | Staff | Chi Siamo | Contatti
 

NEWS:


• 11 settembre, l'America oggi si ferma: dopo 20 anni è ancora allarme terrorismo
del 11/9/2021


• Tromba d'aria a Pantelleria, i soccorritori: "Una scena apocalittica"
del 11/9/2021


• Tromba d'aria si abbatte su Pantelleria: morti un vigile del fuoco e un anziano
del 11/9/2021


• Mahmood posticipa ancora il tour e si sfoga: "Adesso ascoltateci"
del 11/9/2021


• Jennifer Lopez e Ben Affleck, amore a Capri tra selfie e applausi
del 31/7/2021


• Covid, la variante Delta è al 95%. L’età media dei nuovi positivi è di 27 anni
del 31/7/2021


Archivio News
CLASSIFICHE:
TOP ITALIA
TOP Radio Amica Fm PLAYLIST:
ITALIANA
DANCE
INTERNAZIONALE

 


Covid, la variante Delta è al 95%. L’età media dei nuovi positivi è di 27 anni   31/7/2021


Rt a 1,57, ovvero «sopra la soglia epidemica», e variante Delta ormai al 94,8% in Italia. Il presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, porta tutti i dati del consueto monitoraggio alla conferenza stampa settimanale e sancisce l’inizio della quarta ondata. L’infezione sta crescendo in molti Paesi europei e anche da noi i casi sono aumentati rapidamente. «Se osserviamo l’andamento di altri Paesi come Gran Bretagna e Olanda ci rendiamo conto che dobbiamo ancora aspettarci rialzi ma — spiega Gianni Rezza, direttore della Prevenzione — il ritmo di crescita sarà inferiore rispetto a quello delle scorse settimane». Infatti, conclude Brusaferro, «prevediamo una stabilizzazione». L’età media di chi si contagia adesso è di 27 anni, si tratta dunque soprattutto di giovani, i nuovi casi sono infatti preponderanti nella fascia 10-19 e soprattutto 20-29.L’Rt delle ospedalizzazioni è a 1,46, anche questo «sopra la soglia epidemica» e il valore Rt delle ospedalizzazioni segue a distanza di una o due settimane l’andamento dei sintomatici. Ecco perché dobbiamo «guardare con grande attenzione quanto sta avvenendo e muoverci con estrema prudenza, proprio per capire come potrà evolvere l’epidemia nelle prossime settimane», ha detto ancora Brusaferro. Cosa fare? «La rapida diffusione della variante, ormai predominante — spiega il presidente dell’Iss e portavoce del Comitato tecnico-scientifico — è un dato atteso e coerente con i dati europei, che deve essere monitorato con grande attenzione, ed è fondamentale continuare il tracciamento sistematico dei casi per individuare i focolai, e completare il più velocemente possibile il ciclo vaccinale, dal momento che questo garantisce la migliore protezione».


 
 
           

Archivio Eventi

 
 
 
 
 

 

Il palinsesto di Radio Amica Fm

Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì - Sabato - Domenica



Le nostre frequenze:



 

 
 


Radio Amica Fm
www.amicafm.it
Richiedi un brano
HOME PAGE | SITI PARTNER | PHOTOGALLERY | GUESTBOOK | STAFF| CHI SIAMO| CONTATTI
 .:| Powered by www.ion.it |:.